PROGETTO DIDATTICO DEL DELTA DEL PO ALLARGATO A TUTTE LE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DEL VENETO E NUOVE CARTE TOPOGRAFICHE DEI CINQUE PARCHI REGIONALI

 

Venezia, 21 nov – La Giunta regionale, su proposta dell’assessore al territorio e ai parchi Cristiano #Corazzari, ha approvato un accordo di collaborazione con l’Ente Parco naturale regionale del Delta del Po per estendere il progetto “A scuola di Mare e Biodiversità su Goletta Verde” a tutte le scuole primarie e secondarie di primo grado del Veneto.
“Il progetto, rivolto originariamente ai soli istituti scolastici delle Provincie di Rovigo e Padova – spiega l’assessore –, è finalizzato alla valorizzazione e alla promozione dell’offerta educativa, turistico-culturale e ambientale del Delta del Po, un contesto territoriale da sempre molto vocato alle politiche della gestione del mare, delle risorse ittiche e della pesca e che, grazie alla presenza di un importante Parco-Riserva di Biosfera MAB UNESCO, è sempre più centrato anche su politiche di tutela dell’importante patrimonio di biodiversità”.
Le azioni della proposta formativa per l’anno scolastico 2019/2020 riguardano l’organizzazione di un corso di formazione e qualificazione per educatori ambientali tenuto da esperti in materia naturalistica e ambientale e da conoscitori delle tradizioni e della cultura locale, presso la sede operativa del Parco naturale regionale del Delta del Po a Portoviro (Ro); la progettazione di offerte didattiche, con escursioni, sui temi della biodiversità, sul sistema delle aree protette, delle attività antropiche legate al territorio, sulle tradizioni di pesca locali, sulle produzioni agricole, sulle tecniche di navigazione a vela e sulle interazioni fra ambiente e produzioni ittiche.
Si stima l’adesione di 100 classi con il coinvolgimento di circa 2.000 studenti e di 200 insegnanti.
Inoltre, con il medesimo provvedimento, la Giunta ha finanziato una proposta dell’Ente Parco naturale regionale delle Dolomiti d’Ampezzo, condivisa con gli altri Parchi veneti, che prevede la realizzazione e la stampa di carte topografiche nelle quali saranno riportati tre itinerari escursionistici significativi per ognuno dei cinque parchi regionali, con una descrizione del tracciato e una generale del territorio del Parco stesso. È prevista anche la realizzazione e la stampa di una versione in lingua inglese destinata ai sempre più numerosi turisti stranieri.